Diptyque: la boutique di Boulevard Saint-Germain

Era il 1968, anno di artisti e di rivoluzioni, anno in cui l’arte e la passione per la profumeria d’autore stava incominciando a prendere piede. 

L’obiettivo era creare qualcosa di autentico, di persistente, mosso dalla passione.

Nel Quartiere Latino, della Villa Lumière a Parigi, nasce Diptyque, una boutique che inizialmente vendeva marchi inglesi di profumeria, tessuti e tappezzeria creati dai fondatori del marchio. Christiane Montadre-Gautrot, Yves Coueslant e Desmond Knox-Leet – un pittore, un architetto di interni ed uno sceneggiatore di teatro.

Dalla passione per l’arte, per il bello e per l’edonismo, il marchio inizia a produrre candele ispirandosi ai tessuti di produzione propria realizzando fragranze come: tè, cannella e biancospino. Sul sito di Jolie Profumerie troverai una vasta gamma di fragranze che fanno al tuo caso.

Dopo poco, le candele diventarono un vero e proprio must have nell’arredamento degli appartamenti parigini e di tutto il mondo, grazie al design essenziale e pulito, che le rende perfette per ogni stile di arredo.

Le illustrazioni del pittogramma di Diptyque riprendono l’art nouveau, di artisti come Arthur Rackham, Aubrey Beardsley, William Morris. Veri e propri pionieri del movimento.

Etichette, packaging e bicchieri per le candele sono stati studiati in ogni dettaglio. 

Scopriamo insieme le fragranze.

I best seller del marchio

Il mondo di Diptyque è un’immersione in odori familiari, in odori di stoffe, di tessuti, di bazar indiani. I “mercanti di tutto e di nulla”, come venivano chiamati i tre artisti, iniziano a produrre profumi ponendo un’attenzione maniacale non solo nelle fragranze, ma anche nelle etichette, ogni dettaglio ha un significato, ogni disegno racconta un’esperienza, un viaggio, un luogo nascosto. Etichette e fragranze sono una vera e propria carta d’identità di questi profumi. I profumieri la chiamano “paesaggio olfattivo”. Bisogna osservare il retro dell’etichetta attraverso il liquido. Apparirà un paesaggio magico! 

ll best seller della linea si chiama Do Son. Coueslant, trascorreva la sua infanzia in riva al mare a Do Son, ad Ha Long. Il mare portava con sé l’odore di tuberose dell’Indocina, adorate dalla mamma di Coueslant.

Altro profumo considerato tra i più buoni della linea è Philosykos. Ricorda la Grecia, il Monte Pelio, l’estate. Andare a mare era una gioia! Per arrivare nella parte della costa si doveva attraversare un frutteto spontaneo di fichi. All’interno del profumo è stato inserito cedro bianco,il legno bianco, il verde delle foglie, frutti. 

Profumi inebrianti e di nicchia realizzati con materie nobili provenienti dal Mediterraneo, dalla Normandia e dal Sud-est asiatico. Lasciati rapire da queste fragranze regali su Jolie Profumerie, il loro carisma ti stupirà.

About author